0
0
0
s2sdefault

Massimo Braccini, segretario generale Fiom-Cgil Toscana, ha rilasciato oggi il seguente comunicato.

Nca2015Tenere decine di lavoratori da mesi in una mensa all'interno del cantiere NCA in un reparto confino a nostro avviso rappresenta uno schiaffo alla dignità di una città, non solo a quello dei lavoratori. Vi è in atto una esplicita politica discriminatoria nei confronti dei lavoratori NCA più sindacalizzati. Chiediamo un intervento diretto delle Istituzioni, Regione, Provincia, Comune e forze politiche. Il loro silenzio è inaccettabile, l'azienda non può godere di extraterritorialità. Si deve mettere fine a questa vicenda, non siamo al feudalesimo. Per quanto ci riguarda metteremo in campo tutte le azioni giuridiche e sindacali, una denuncia per attività sindacale è già stata inoltrata e ulteriori iniziative di mobilitazione seguiranno, ma le Istituzioni hanno il dovere di intervenire. Peraltro il cantiere NCA risiede su aree di demanio pubblico e crediamo che vadano fatte attente riflessioni sulle concessioni e la garanzia di bene pubblico, massima valorizzazione a vantaggio della collettività e interesse collettivo.

Massimo Braccini, Segretario generale Fiom Toscana

Firenze, 18.02.2015

Vai all'inizio della pagina